Da domenica venti più freschi

La perturbazione nr.4 del mese porterà qualche temporale residuo e un progressivo calo termico

| Redatto da Rino Cutuli

Nell’ultima parte della settimana il passaggio di una perturbazione atlantica sull’Europa (la n.4 del mese di luglio) andrà a coinvolgere marginalmente anche l’Italia: tra venerdì e sabato aumenterà l’instabilità al Nord, con lo sviluppo di temporali dapprima sulle Alpi, ma i fenomeni potrebbero coinvolgere anche le zone di pianura, soprattutto sul Nordest, alto Adriatico ed Emilia Romagna. 

Le previsioni per le prossime ore.

Da domenica venti più freschi | NEWS METEO.IT

La perturbazione nr. 4 in transito tra venerdì e sabato sul Nord, nella giornata di domenica scivolerà con la sua coda lungo la Penisola dando luogo a locali precipitazioni nel settore appenninico centrale e nelle primissime ore della giornata in forma residua su quello settentrionale e tra Romagna e Marche. Nel resto del Paese il tempo risulterà in prevalenza stabile e soleggiato con annuvolamenti di modesta entità nelle ore più calde attorno ai rilievi. Temperature minime e massime in calo anche sensibile sulle regioni settentrionali e, nei valori diurni, anche su quelle centrali adriatiche, su Toscana, Umbria e Puglia, complice l’afflusso di venti tesi e più freschi: da est in Val Padana, e di Bora o Tramontana sulle regioni peninsulari. Per contro il clima resterà molto caldo sul medio Tirreno, al Sud e sulle Isole maggiori dove si potranno toccare i 33-34°C. All’inizio della prossima settimana, tra lunedì e martedì, l’alta pressione tornerà ad espandersi verso l’Italia assicurando condizioni di stabilità atmosferica un po’ su tutte le nostre regioni.

Da domenica venti più freschi | NEWS METEO.IT

Previsione

La primavera alza la voce

La primavera alza la voce

Tra venerdì e domenica clima da primavera inoltrata. Residua instabilità nelle Isole

Ultime news

Le news più lette